home page
   
Ambiente
Bonifiche  |  Ingegneria ambientale  |  Rifiuti  |  Consulenza ambientale

Modello Ricaduta Inquinanti Atmosferici
In merito alla consulenza offerta nel campo ambientale,  la SEA SRLS, è in grado di eseguire, grazie alle specifiche tecniche di personale altamente qualificato, delle modellizzazioni in merito alla diffusione degli inquinanti in atmosfera e degli impatti sulla qualità dell’ aria e del suolo per particolari tipologie di impianti.
Gli studi di dispersione degli inquinanti sono volti a valutare la ricaduta al suolo, in termini di concentrazione media annua, giornaliera ed oraria, delle emissioni in atmosfera prodotte da sorgenti puntuali, areali e lineari. Esempi di sorgenti puntiformi sono camini di impianti di trattamento e/o recupero rifiuti, di centrali elettriche a biomasse, di impianti di lavorazione di cereali, ecc., mentre un esempio di sorgente areale è rappresentato dai biofiltri degli impianti di trattamento dei rifiuti.
Per effettuare tali studi SEA SRLS fa ricorso sia modelli gaussiani quali ISC3 e WinDIMULA3, sia a modelli più complessi (modello euleriano CALPUFF).
Attraverso elaborazioni GIS si producono poi opportune mappe di distribuzione dei contaminanti, necessarie per valutare l’impatto delle emissioni sul territorio circostante l’impianto in esame.
I risultati di output del modello vengono infine confrontati con gli standard di qualità dell’aria del D.Lgs. 155/2010 "Attuazione della direttiva 2008/50/CE relativa alla qualità dell'aria ambiente e per un'aria più pulita in Europa" e con i dati rilevati dalle ARPA, al fine di ottenere un indice di quanto l’impianto contribuisca a raggiungere il valore soglia o di fondo di quel dato contaminante.

Studio previsionale di impatto acustico
SEA SRLS esegue, nell’ambito degli studi di compatibilità ambientale, appropriati studi previsionali di impatto acustico ai sensi della Legge 447/1995, al fine di valutare la compatibilità delle emissioni acustiche prodotte dall’impianto in progetto o dal nuovo macchinario inserito in un impianto esistente.
Tali studi si compongono delle seguenti fasi:

  • analisi problematica e verifica della documentazione esistente;
  • sopralluogo preliminare con indagine fonometrica;
  • caratterizzazione acustica dell’area sede dell’analisi (ai sensi del DM 16/3/1998);
  • caratterizzazione delle sorgenti sonore (UNI EN ISO 3746);
  • individuazione dei ricettori sensibili;
  • evidenza dei livelli acustici diurni e/o notturni;
  • confronto dei livelli acustici riscontrati con quelli limite previsti dalla normativa vigente;
  • stima dei livelli di propagazione acustica ante-operam tramite simulazione modellistica, qualora l’impianto sia esistente ed il progetto in esame preveda l’inserimento di ulteriori macchinari;
  • stima dei livelli di propagazione acustica post-operam tramite simulazione modellistica.

La caratterizzazione acustica dei siti esistenti e previsti viene effettuata da SEA SRLS mediante l’impiego di strumentazione di analisi fonometrica (strumento portatile Svantek).
La stima dei livelli di propagazione avviene attraverso modelli di predizione acustica sviluppati con software specifici. Tale programma di calcolo è dedicato alla previsione e alla valutazione del rumore nell’intono di varie tipologie di sorgenti sonore (dagli insediamenti industriali a strade, parcheggi, dagli aeroporti alle ferrovie), ed è in grado di simulare scenari complessi tenendo conto sia dell’orografia del terreno, sia della presenza di barriere ed edifici. I software permettono di rappresentare graficamente i risultati attraverso l’elaborazione di mappe di diffusione acustica a linee di isolivello, che consentono una più immediata percezione dell’informazione.

 

 
 
certificazioni